Twilight (eh sì, lo ammetto: ci ho provato)

Ok. I miei pregiudizi sui fenomeni di massa sono andati a farsi benedire dopo che ho letto Harry Potter. Quei libri adorabili mi hanno mostrato che se milioni di persone amano un libro che viene da lì in poi definito "fenomeno commerciale", a volte, rare volte, c'è un perchè. Quindi, forte di ciò, mi butto … Leggi tutto Twilight (eh sì, lo ammetto: ci ho provato)

Io e Harry: una storia d’amore

Non mi ricordo nemmeno la prima volta che ho sentito parlare di Harry Potter, ma deve essere stato più o meno nel 2000. Non mi ero mai posta il problema sulla Potter Question. Per me era una stupida mania passeggera, e a me le manie e i fenomeni di massa mi sono sempre stati sulle … Leggi tutto Io e Harry: una storia d’amore

IL VANGELO SECONDO BIFF – amico d’infanzia di Gesù

AVVERTIMENTO PREVENTIVO: Prego astenersi dalla lettura della suddetta opera letteraria, in quanto potrebbe risultare offensiva e blasfema (o peggio ancora illuminante), le persone che si rispecchiano in una o più delle seguenti affermazioni: vado a messa ogni domenica faccio messa ogni domenica mi definirei, senza giri di parole, estremamente cattolico o un cattolico estremista Jesus … Leggi tutto IL VANGELO SECONDO BIFF – amico d’infanzia di Gesù

Là sui monti con Bill “occhi di frammenti di granito” Bryson

Bill Bryson è uno di quegli scrittori a cui chiedi aiuto quando hai avuto una giornata pesante, quando ti sembra tutto piatto e triste e quando sei in fila alle poste. Quest’uomo durante la sua vita ha preso nota praticamente di ogni cosa che gli è successa per poterla condividere con noi, e io considero … Leggi tutto Là sui monti con Bill “occhi di frammenti di granito” Bryson

“Da questa sedia è infinitamente più vicina Londra che non la 17th Street”

Cari lettori appassionati, voi che amate i libri, ma che li amate proprio fisicamente: si proprio voi che li accarezzate e li annusate. Voi che spendereste un patrimonio per una bella vecchia edizione relegata trovata su una bancarella di Portobello. Voi che un libro ritrovato in una vecchia soffitta polverosa vi sembra la mappa del … Leggi tutto “Da questa sedia è infinitamente più vicina Londra che non la 17th Street”

Il seggio vacante

Ho cominciato a scrivere qualcosa sul Seggio Vacante prima di averlo finito, mi mancavano circa un centinaio di pagine e ho pensato: “Vabbè non è che faranno differenza”. E come sempre succede, l’hanno fatta. Ecco quello che avevo scritto qualche giorno fa: Non è facile dire quello che sto per dire. Premetto che JK Rowling … Leggi tutto Il seggio vacante

Jack London

Scrivere qualcosa su London è difficile come parlare della propria vita, del mondo, dell’universo e di tutto quanto, perché l’argomento è talmente vasto, eterogeneo, profondo ed importante che davvero non so come gestirmela. Però ci voglio provare, perché troppo spesso il nome di London è legato solo a Zanna Bianca e al Richiamo della Foresta, … Leggi tutto Jack London