Twilight (eh sì, lo ammetto: ci ho provato)

Ok. I miei pregiudizi sui fenomeni di massa sono andati a farsi benedire dopo che ho letto Harry Potter. Quei libri adorabili mi hanno mostrato che se milioni di persone amano un libro che viene da lì in poi definito “fenomeno commerciale”, a volte, rare volte, c’è un perchè.
Quindi, forte di ciò, mi butto su Twilight.
Mi intrigava la copertina, mi intrigava l’Incipit.
Ho pensato… ok, la trama, mi pare di capire, è un po’ ritrita, però se questa tipa scrive bene sarà interessante.
Errore.
Fin dall’inizio mi accorgo che sono già stufa di un gruppo di compagni di scuola satellitari che ai fini della storia sono inutili, ma che stagnano con i loro dialoghi da telefilm adolescenziale di quarto livello per tutta la prima metà del libro (e si parla di 200 pagine). Le prime avvisaglie della scontatezza del tutto fanno capolino quando Bella, una tenera ragazza goffa, arriva alla nuova scuola e tutti i ragazzi sono già cotti di lei. (Che palle! Ho pensato!) La certezza della scontatezza arriva quando il bellone di turno si innamora di lei. Ah già dimenticavo, il bellone di turno è un vampiro. Questa è una novità senza precedenti! Il mostro cattivo innamorato di un’umana!! Ah no, aspetta…. Edward è un vampiro buono. Ma non un vampiro come la tradizione ci insegna, no. Questo vampiro, non si sa perchè e percome, può leggere nella mente e può, attenzione attenzione, stare al sole!!! Ma il mio dubbio principale è: Edward è nato nel 1901 ed è diventato vampiro a 17 anni, quindi non vado errata dicendo che il nostro Edward ha 17 anni da…più o meno una novantina d’anni… giusto? Mi viene da dire… Edward, ancora al liceo?? Sei una cima eh??!!!
Comunque nasce questa storia d’amore infarcita ogni tre pagine di:
“Ti amo”
“No non posso sono un mostro!”
“non importa”
“ma ti potrei mangiare”
“Non importa ti amo”
“Si ok, amiamoci”
“adesso ci baciamo così la casalinga frustrata che ci ha inventato sogna e anche tante ragazzine”
“si amore mio, sei la mia vita”.
Inoltre, per chi non lo avesse capito, Edward è BELLO. Ma bello bello in modo assurdo, da far svenire, da far girare la testa, bello, bello, bello, esagerato! Come faccio a spiegarvi che è bello? Tranquilli se avete dei dubbi vi viene ricordato una riga no e tre si per 412 pagine.
Alla fine Edward “il vampiro” salva Bella “la bella” dal vero cattivo, vampiro anche lui (l’unico che faceva il suo dovere poveraccio!).
Ma ehi! non stiamo a polemizzare, questi due si amano davvero, e questo è un gran libro, condito con dialoghi che ti fanno accapponare la pelle, di una maestria che rasenta l’assurdo.
Dialogo tipo: cito testualmente (anzi, magari taglio un po’), se non ci credete (ed è possibile) sono a pg 390:

“Non lasciarmi”
“No, te lo prometto”
“Bella, non andrò da nessuna parte, sarò al tuo fianco ogni volta che avrai bisogno di me”
“Giura che non mi lascerai”
“Lo giuro”

Tutta quest’epopea di frasi fatte finisce in uno scontato ballo di fine anno (ahahahaha!!).
Bella riuscirà a fasi mordere da Edward per diventare vampira anche lei e vivere felici nei secoli dei secoli?
Sinceramente, chi se ne frega.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...