Io e Harry: una storia d’amore

Non mi ricordo nemmeno la prima volta che ho sentito parlare di Harry Potter, ma deve essere stato più o meno nel 2000. Non mi ero mai posta il problema sulla Potter Question. Per me era una stupida mania passeggera, e a me le manie e i fenomeni di massa mi sono sempre stati sulle palle, quindi non l’avrei mai letto e basta. Poi un pomeriggio ero a casa di un mio amico e gli dissi: “Hey, devo andare al cesso, mi dai qualcosa da leggere?” e mi ritrovai lì con la Pietra Filosofale tra le mani. Eh si, la mia storia d’amore con Harry Potter è cominciata su un cesso… Quando cominciai a leggerlo io, i primi quattro libri erano già usciti e nell’attesa degli altri me li rilessi tutti anche due o tre volte. Ho così tanti ricordi personali legati a questi libri che sarebbe impossibile elencarli tutti. Sono stati uno svago, una fuga, un caldo torpore mentre fuori faceva freddo. Associo l’odore della carta dei libri di Harry Potter al caldo rilassante del tea, al sapore dello zenzero e della cannella e alle notti passate sotto il piumone, nel silenzio e alla luce della lampada, mentre fuori pioveva e tutti dormivano. Quel mondo splendido, vero per quanto assolutamente irreale, quelle ambientazioni calde, umane, semplici, fatte di camini, poltrone imbottite un po’ sfatte, di amici, di dolci, quella britannicità che amo e che viene fuori in ogni pagina. Il rispetto e l’amore per la diversità, per la lealtà, per la cultura e l’autenticità personale, contro tutto ciò che è omologato e banale, ne fa una lettura importante per bambini, ma non solo. L’ho ritrovato nel caos adorabile di Londra e ad ogni passo a Edimburgo, nei sui muri, nei sui vicoli, nei suoi odori, nei suoi affascinanti misteri. L’ho ritrovato guardando fuori da una finestra dell’Elephant House, che dava sul castello arroccato su una collina, proprio come Hogwarts, sul calore di un tavolo di legno, dove tutto è cominciato. Non ho mai amato così tanto un libro come i sette di Harry Potter, che sono lì sopra la mia mensola, nel posto d’onore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...